dosi
4 persone

Ingredienti:

300 gr. di Radicchio Rosso tardivo di Treviso IGP
400 gr. di farina di semola di grano duro
200 ml. d’acqua
Olio Extravergine d’oliva EVO
1 kg. di zucca
Mezzo cucchiaino di curcuma
1 kg. di patate a pasta gialla
1 spicchio d’aglio
Salvia e rosmarino
200 ml. di panna di soia
Sale e pepe q.b.
Prezzemolo q.b.
200 gr. di patate (per la zucca)
1 lt. di brodo vegetale
80 gr. di cipolle bianche
1 pizzico di noce moscata
1 pizzico di cannella in polvere

Per prima cosa preparate la pasta che servirà per la sfoglia dei ravioli. Usate una frusta per emulsionare l’acqua con l’olio in una terrina, aggiungete quindi il sale e la curcuma, che in questo caso viene usata solo come colorante naturale. Aggiungete quindi a pioggia la farina di semola e impastate energicamente, senza uova. Quando l’impasto sarà omogeneo e liscio, formate una palla, copritela con un canovaccio pulito leggermente umido e lasciate riposare in frigo per una trentina di minuti.

Lessate ora le patate, sbucciatele e schiacciatele grossolanamente con una forchetta. In una padella mettete un filo di olio e uno spicchio d’aglio, che lascerete imbiondire per alcuni minuti. Aggiungete quindi il Radicchio rosso di Treviso IGP e brasatelo. Salate e pepate e alla fine unite il prezzemolo tritato.

Quando il Radicchio rosso di Treviso IGP sarà cotto, tritatelo grossolanamente e unitelo alle patate. Amalgamate bene tutti gli ingredienti che formeranno il ripieno dei ravioli vegan. A questo punto la pasta senza uova è pronta per essere stesa: adagiatela su un piano leggermente infarinato e stendete due sfoglie con un mattarello, oppure usate una macchina per la pasta: dovrà essere spessa circa 2 millimetri.

Prendete quindi lo stampo per creare i ravioli, adagiatevi una sfoglia, con un cucchiaio adagiate all’interno di ciascun raviolo un po’ di ripieno e coprite quindi con la seconda sfoglia facendo pressione con le mani o con il mattarello per chiudere i ravioli.

Ora non rimane che condirli: in una padella mettete un filo di olio e del timo fresco e lasciate soffriggere per qualche secondo.  Cuocete i ravioli vegan ripieni di Radicchio Rosso di Treviso IGP in abbondante acqua salata: scolateli e adagiateli sul piatto, dove avrete già versato la crema di zucca. Guarnite con cuori di Fiore della Salute.

Crema di zucca

Iniziate preparando il brodo vegetale, poi passate alla pulizia della zucca. Tagliatela a fette ed eliminate sia la buccia esterna che i semi interni; a questo punto avrete ricavato 600 g di polpa, da tagliare a cubetti così come farete con le patate. Mondate la cipolla, tritatela finemente, quindi trasferitela in un tegame con l’olio e lasciatela imbiondire a fuoco dolce.

Una volta che la cipolla avrà cambiato colore unite la zucca e le patate. Aggiungete anche una parte del brodo fino a coprire tutte le verdure; il resto verrà aggiunto successivamente. Aggiustate di sale e di pepe. Lasciate cuocere a fuoco dolce per 25/30 minuti aggiungendo altro brodo di tanto in tanto. Una volta che le verdure saranno cotte, spegnete il fuoco e frullate il tutto con un mixer a immersione fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Aggiungete la cannella, la noce moscata e mescolate il tutto.

I ravioli vegani al Radicchio rosso di Treviso IGP rappresentano una delle ricette migliori per cominciare la scoperta della cucina vegana. Una ricetta della tradizione italiana, rivisitata e resa perfetta per chi ama la cucina vegana ma anche per tutti coloro che amano mangiare bene e restare in forma. È un piatto molto leggero: senza colesterolo, senza latticini e senza uova, riusciranno a far risaltare al meglio il sapore del ripieno al Radicchio Rosso di Treviso IGP: il Fiore della Salute.

CHEF Omar Lapecia Bis

MADE IN ITALY