dosi
4 persone

Ingredienti:

1 cespo di Radicchio Rosso tardivo di Treviso IGP
1 bicchiere di vino Raboso Piave IGT Bonotto delle Tezze
250 gr. di carne tritata non troppo magra
250 gr. di salsiccia di maiale
1 cucchiaio di cipolla tritata molto finemente
1 manciata di Radicchio Rosso di Treviso IGP tritata molto finemente
Un pizzico di peperoncino
2 manciate di pinoli
1/4 di cipolla di Tropea
1 cucchiaino di zucchero semolato
Olio extravergine d’oliva DOP
200 gr. di Casatella DOP
30 gr. di chicchi di melograno
Sale q.b.

Pulite e lavate il radicchio, tagliatelo e mettetelo in una casseruola bassa con l’olio e la cipolla tritate e fatelo stufare per qualche minuto. Bagnate con il Raboso, unite il sale, lo zucchero ed i pinoli e fate evaporare e restringere.

Cottura e preparazione degli Hamburger:

Mescolate velocemente gli ingredienti, avendo cura di non scaldare eccessivamente l’impasto per non sciogliere il grasso della carne.

Dividete in 4 parti uguali, formate delle polpette e poi schiacciatele leggermente per dare la tipica forma. Devono avere un diametro leggermente maggiore di quello dei buns perché in cottura si ritirano un poco. Non importa che siano precisi come quelli preparati dal macellaio.

Arroventate una griglia, spargete del sale e appoggiateci sopra la carne.

Cuocete per 3/4 minuti per lato, a seconda di quanto vi piace cotta, senza bucherellarla con la forchetta e senza schiacciarla. A metà cottura mettete una fetta di Casatella DOP sull’hamburger per farlo sciogliere.

Costruzione del panino:

Dopo aver cotto la carne, tostate anche i buns, sistemandoli sulla piastra rovente, dal lato della mollica, per qualche minuto. Mettete nella parte inferiore del panino del Radicchio Rosso tardivo di Treviso IGP brasato, posizionate la carne con la Casatella e il melograno, altro Radicchio Rosso di Treviso IGP brasato e la parte superiore del pane.

Note sugli ingredienti:

 

*Raboso Piave IGT

Il Raboso Piave è il vitigno storico della zona del Piave. E’ un vitigno autoctono non solo per coltivazione, ma anche per cultura. Solido, caparbio, spigoloso. Colore rosso rubino a volte carico, brillante molto spesso decorato dall’unghia violacea. Sentori di frutta rossa selvatica, marasca in particolare, poi prugna ma anche il floreale della viola.

CHEF Omar Lapecia Bis

MADE IN ITALY