Il Fiore della Salute è il risultato di una specifica e lunga filiera agricola messa a punto dopo una lunghissima storia fatta di ricerca, passione e operosità.

CHI SEMINA RACCOGLIE

Il primo passo della produzione del Radicchio rosso di Treviso tardivo IGP è rappresentato dalle attività di semina e trapianto, rigorosamente nelle aree di Indicazione Geografica Protetta stabilite dal disciplinare. Gesti semplici ma altamente simbolici, che da sempre accompagnano la storia dell’uomo.

SOSTANZE PREZIOSE

L’acqua è l’elemento principale dell’intero ciclo produttivo del Fiore della Salute. L’irrigazione dei campi rinvigorisce le radici, donando alle giovani piante il temperamento deciso da cui saranno sempre distinte; la terra fertile dei campi le fa crescere rigogliose e robuste, pronte ad affrontare il gelo invernale.

IN SINERGIA CON LA NATURA

Il lavoro della natura va assecondato, sostenuto, protetto. Per assicurare respiro alle radici del Radicchio rosso di Treviso tardivo IGP, la terra deve essere mossa e arieggiata, ogni cespo deve avere lo spazio per crescere sano e vigoroso. Questo risultato è frutto di uno dei più antichi lavori dell’uomo: la zappatura.

IL RE DELL’INVERNO

È con le prime brinate che il Fiore della Salute si esprime in tutto il suo vigore. Il gelo invernale è il suo grande alleato, il fattore che stimola la nascita del germoglio di Radicchio rosso di Treviso tardivo IGP. La natura si ferma per accogliere il Re dell’inverno, come un dono inatteso.

DALLA TERRA ALL’ACQUA

La raccolta del Radicchio rosso di Treviso tardivo IGP inizia con le prime brinate e prosegue senza interruzione fino all’esaurimento delle piante presenti nei campo. Ripuliti dalle foglie esterne e dalla terra, i mazzi vengono legati in grossi fastelli e immersi nell’acqua risorgiva del Sile per l’ultima fase della filiera: l’imbianchimento.

UNA RINASCITA PERPETUA

Lasciati al buio, dai 15 ai 20 giorni, a una temperatura costante di 13 gradi, i cespi assorbono i nutrimenti e le proprietà dell’acqua sorgiva, rigermogliando. Il colore bianco della costa e rosso delle cime, la croccantezza, il sapore inimitabile e squisito sono le caratteristiche peculiari di questo prodotto unico. Un miracolo che si rinnova.

IL FIOR FIORE

In ultimo si effettua la mondatura dei cespi. Tolta la protezione delle foglie esterne, il pregiato germoglio si presenta nella sua tipica forma compatta e lanceolata, chiuso all’apice e legato alla base da una porzione di radice sapientemente intagliata. Il Fiore della Salute è finalmente pronto per arricchire la nostra tavola.

MADE IN ITALY